DATA: 30 ottobre 2020

Bonus per l’acquisto del pc, della bici e dei monopattini elettrici, o per chi utilizza pagamenti digitali. Non c’è solo il superbonus al 110% nel carnet di agevolazioni per le famiglie italiane: nelle prossime settimane si apriranno click day o “finestre” per richiedere nuovi sconti. Vediamo quali sono i principali e come fare per ottenerli.

Bonus fino a 500 euro per web e tablet o pc

Il voucher ha un valore massimo di euro 500, utilizzabile come sconto sul canone Internet e per la fornitura di personal computer o tablet. La fornitura di personal computer e tablet è sempre associata all’attivazione di una nuova utenza di rete fissa. Destinatarie sono le famiglie con Isee inferiore a 20.000 euro.

Come ottenere il bonus? È necessario sottoscrivere un contratto di durata minima di 1 anno con un operatore accreditato presso Infratel Italia. Il beneficiario dovrà anche certificare il proprio reddito. Per la prima fase (bonus 500 euro internet e pc/tablet) ci sono 204 milioni di euro disponibili, che potranno soddisfare 480mila famiglie. Il piano durerà fino ad esaurimento delle risorse e comunque non oltre un anno dall’avvio dell’intervento.

Clic day per il bonus bici

Il buono mobilità è invece un contributo pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500 per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad esempio monopattini, hoverboard e segway) ovvero per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture. Per richiedere il buono mobilità o il rimborso per gli acquisti effettuati, i beneficiari possono registrarsi sull’applicazione web dedicata al “Programma Sperimentale Buono Mobilità 2020” a partire dal 3 novembre.

Come avverrà il rimborso? Ci saranno due fasi: per gli acquisti della fase 1 (dal 4 maggio al 2 novembre) sarà il cittadino ad essere rimborsato del 60% della spesa; nella fase 2 (dal 3 novembre in avanti) il cittadino paga al negoziante aderente direttamente il 40% e sarà il negoziante aderente a ricevere il rimborso del 60%. Il rimborso avverrà nei limiti delle risorse disponibili. Come detto, il buono mobilità può essere fruito utilizzando una specifica applicazione web: per accedere è necessario disporre delle credenziali Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa.

Pagamenti digitali

L’operazione cashback partirà con i pagamenti eseguiti dal 1° dicembre. In arrivo c’è un rimborso del 10% della somma spesa. Per ottenere il cashback bisognerà spendere almeno 1.500 euro in un semestre attraverso 50 transazioni con strumenti digitali. In sostanza saldando il conto con strumenti digitali lo Stato restituirà 150 euro ogni 6 mesi (300 euro l’anno). Il 1° dicembre partirà anche il super-cashback: un premio di 3mila euro riservato ai 100mila cittadini che effettueranno il maggior numero di transazioni elettroniche in un anno.

Fonte: Sole24Ore

Archivio News

Condividi sui tuoi Canali Social: