Tra meno di 72 ore, venerdì pomeriggio, si apriranno a Villa Pamphili gli stati generali dell’economia convocati da Conte. Il calendario degli incontri, nell’arco di quattro o cinque giornate, è in fase di elaborazione ma dovrebbe partire dai rappresentanti dell’opposizione. Con la maggioranza, prima i singoli ministri, poi i rappresentanti dei gruppi parlamentari, il presidente del Consiglio dovrebbe confrontarsi tra oggi e giovedì per preparare gli incontri con gli interlocutori. Sabato dovrebbe essere il giorno dedicato ai colloqui di profilo europeo e internazionale, con il collegamento in videoconferenza, tra gli altri, della presidente della Commissione Ue Ursula Von Der Leyen e del presidente del parlamento europeo David Sassoli. Lunedì 15 dovrebbero cominciare i colloqui con le parti sociali, che potrebbero richiedere più di un giorno.

“Gli Stati Generali dell’economia inizieranno nel fine settimana, venerdì e sabato, per proseguire anche la settimana prossima. Ci sarà un confronto serrato e da lì nascerà anche un prolungamento di lavoro e sempre di più anche un paese unito, come mai nel passato, in un confronto di dialettica e nel trovare soluzioni concrete”. Così a il ministro per i Rapporti con il parlamento, Federico D’Incà.