Giuseppe Trieste

 

Fondatore e Presidente di FIABA Onlus

Fondatore e Presidente di FIABA Onlus (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche).

Atleta plurimedagliato  alle  Paralimpiadi  di  Germania  (1972),  Canada  (1976)  e  Paesi  Bassi  (1980).

Giuseppe Trieste è nato a San Giorgio Morgeto, in provincia di Reggio Calabria, il 25 febbraio 1950.

Nell’autunno del 1961, a soli 11 anni, a seguito di una caduta da un albero riporta una lesione spinale che lo porta a vivere il resto della sua vita in carrozzina. La disgrazia si tramuta in opportunità: si trasferisce a Roma e già nel 1965 partecipa al primo Campionato del Mondo per Disabili a Londra e nel 1970 è tra i co-fondatori dell’ANSPI (Associazione Nazionale Sport Paraplegici Italiani), l’associazione dalla quale nascerà poi l’odierno Comitato Paralimpico Italiano.

Fino al 1980 sarà protagonista del mondo sportivo per disabili: atleta plurimedagliato  alle  Paralimpiadi  di  Germania  (1972),  Canada  (1976)  e  Paesi  Bassi  (1980).  Dal 1980 inizia a occuparsi della sfera della salute e del lavoro delle persone con disabilità. Nel 1983 è fondatore e Vice Presidente di ANTHAI (Associazione Nazionale Tutela Handicappati e Invalidi) e nel 1984 inizia un’opera di divulgazione per sdoganare il tema dell’incontinenza presso il grande pubblico: organizza, tra il 1984 e il 1990, Congressi Nazionali, Europei ed Internazionali dal tema: “Come abbattere i tabù dell’incontinenza”.

Cofondatore e membro del Consiglio del CIDUE (Consiglio Italiano delle Persone con disabilità per i rapporti con l’UE).

Membro della Consulta per Handicappati (Ministero Affari Sociali).

Membro dell’Osservatorio Nazionale per il volontariato (Ministero Affari Sociali) e successivamente Membro    della    Commissione    al    Ministero    della    Sanità     per     il     nomenclatore     tariffario.

Nel 2000 è fondatore e Presidente di FIABA (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche) e Membro della Commissione per il Giubileo dei Disabili.

A novembre del 2002 viene nominato componente del Comitato consultivo della Regione Lazio, e nel 2003 membro dell’Osservatorio Nazionale del Volontariato, membro dell’Osservatorio Nazionale dell’Associazionismo e Componente della Commissione per il Coordinamento delle iniziative in materia di disabilità afferenti al Ministero per i beni e le attività culturali.

Nel 2008 gli viene conferito l’incarico di componente della Commissione ministeriale per l’analisi delle problematiche relative alla disabilità nello specifico settore dei beni e delle attività culturali (Ministero peri Beni e le Attività Culturali), di componente del Comitato Tecnico Scientifico della Struttura Operativa per la redazione del Piano Strategico per la Mobilità Sostenibile del Comune di Roma, formato  da esperti con alto profilo professionale in qualità di esperto di mobilità per tutti e la nomina di componente del Comitato Tecnico Scientifico Abbattimento delle barriere architettoniche e sensoriali del Comune di Roma, Ufficio del Delegato del Sindaco alle Politiche della Disabilità.

Nel 2009 gli viene invece conferito l’incarico di componente dell’Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, istituito dalla legge che in Italia ha ratificato la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità.

Nel 2011 viene nominato componente della Consulta delle Associazioni dell’Osservatorio permanente per l’integrazione degli alunni con disabilità del MIUR.

Nel 2012 gli viene conferita la nomina di componente del Comitato per la promozione e il sostegno del turismo accessibile del Ministero per gli Affari Regionali, del Turismo e dello Sport. In questi ultimi anni di attività ha presieduto e presiede numerose “Cabine di Regia per la Total Quality” in seno alle amministrazioni locali promuovendo la cultura dell’accessibilità in modo capillare.